Hai bisogno di consigli sulla scelta delle piastrelle per il tuo spazio? Chiama l'assistenza clienti: +39 350 098 4518
CAMPIONE GRATUITO

Condizioni di vendita

1 DISPOSIZIONI INTRODUTTIVE — AMBITO DI APPLICAZIONE DELLE CONDIZIONI DI VENDITA

1.1 La finalità delle presenti Condizioni di vendita è quella di definire i reciproci diritti e doveri delle parti contraenti in sede di vendita di tutti i prodotti (merce) e i servizi a ciò annessi della società Fortemix, s.r.o., con sede legale in Kirilovova 812, 73921 Paskov, numero di identificazione dell’operatore: 26868211, iscritta nel Registro delle Imprese tenuto presso la Corte regionale di Ostrava, numero di riferimento C 28754.

1.2 Conformemente alle disposizioni di cui all’articolo 1751 e successivi della legge n. 89/2012 Racc., codice civile, testo vigente (in appresso il “Codice civile”) le Condizioni di vendita sono parte integrante del rapporto contrattuale sopra descritto e regolano specificamente la costituzione, le ulteriori condizioni e l’estinzione del rapporto contrattuale nell’ambito del quale la società Fortemix, s.r.o. è il venditore, il fornitore o il soggetto in posizione simile (in appresso il “Venditore”) e l’altra persona è l’acquirente, il committente o il soggetto in posizione simile (in appresso l'”Acquirente”).

1.3 Il Venditore e l’Acquirente sono indicati congiuntamente più avanti nel testo delle presenti Condizioni di vendita come le Parti contraenti.

1.4 Le Condizioni di vendita sono pubblicate su questo sito web del Venditore: https://www.fortemix.com a www.fortelock.it.

1.5 Le clausole divergenti contenute in un contratto scritto o in altro accordo scritto, stipulato previo accordo tra entrambe le Parti contraenti, hanno la priorità rispetto alla dicitura delle Condizioni di vendita.

1.6 Il Venditore informa l’Acquirente che non accetterà in via generale le condizioni di vendita dell’Acquirente. In conformità con l’articolo 1751, paragrafo 2, del Codice civile, il Venditore si impegna ad escludere l’applicazione delle condizioni di vendita dell’Acquirente previa sua manifesta volontà, e questo senza ingiustificato ritardo subito dopo l’offerta e la sua accettazione, nel caso in cui entrambe le Parti contraenti rimandino alle proprie condizioni di vendita.

1.7 Le Condizioni di vendita entrano in vigore il 1.9.2020.

2 OGGETTO DEL CONTRATTO — CONCLUSIONE DELLA TRANSAZIONE

2.1 Facendo seguito alla richiesta dell’Acquirente il Venditore elabora un’offerta. L’offerta contiene il prezzo di vendita e le specifiche del prodotto (in appresso l'”Offerta”). L’offerta così elaborata dal Venditore è da intendersi sempre come nuova offerta di conclusione di un contratto e non è mai da intendersi quale accettazione dell’offerta ai sensi delle disposizioni di cui all’articolo 1740, paragrafi 2 e 3, del Codice civile. La richiesta dell’Acquirente è da intendersi sempre come mero invito a redigere un’offerta, non è quindi da intendersi mai come offerta di concludere un contratto.

2.2 La richiesta dell’Acquirente non costituisce un obbligo per il Venditore di stipulare un contratto di vendita. 

2.3 I prezzi di vendita indicati nelle Offerte sono contrattuali e la loro validità è di 30 giorni dalla data di emissione, salvo indicazione diversa.

2.4 Ai sensi delle disposizioni di cui all’articolo 1732 del Codice civile, inviando l’Offerta il Venditore fa la sua offerta di conclusione del contratto.

2.5 Le Parti contraenti hanno pattuito che l’Acquirente accetta l’Offerta inviando la sua accettazione dell’Offerta, e questo in una delle seguenti modalità:

a) inviando una email all’indirizzo email precedentemente concordato tra le Parti contraenti, oppure a uno qualsiasi degli indirizzi indicati sui siti web del Venditore nella sezione dei contatti https://www.fortemix.cz/kontakty;

b) inviando un messaggio SMS al numero telefonico precedentemente concordato tra le Parti contraenti, oppure a uno qualsiasi dei numeri telefonici indicati sui siti web del Venditore nella sezione dei contatti https://www.fortemix.cz/kontakty;

c) pagando la fattura pro forma relativa all’Offerta;

d) ritirando la merce;

e) “non rifiutando l’Offerta” entro sette (7) giorni dalla data di invio.

(in appresso il “Consenso all’Offerta”).

2.6 I prezzi di vendita riportati nei cataloghi o nel listino prezzi del Venditore, così come le informazioni orali, telefoniche o le informazioni inviate tramite Internet relative ai prezzi dei prodotti del Venditore sono prezzi non vincolanti che hanno soltanto carattere informativo. Le informazioni sui prezzi dei prodotti così fornite non sono da considerarsi quale proposta di conclusione di un contratto.

2.7 La conclusione del contratto di vendita ai sensi delle disposizioni di cui all’articolo 2079 del Codice civile, il cui oggetto è l’obbligo del Venditore di consegnare all’Acquirente il relativo prodotto e di consentirgli di acquisire su di esso il diritto di proprietà e l’obbligo dell’Acquirente di ritirare il relativo prodotto e di pagare al Venditore il prezzo di vendita pattuito, il tutto nel rispetto delle disposizioni contenute nelle presenti Condizioni di vendita, ha luogo nel momento in cui il Consenso all’Offerta è recapitato al Venditore.

2.8 Ulteriori modifiche al Contratto di vendita stipulato possono essere eseguite in forma scritta solo previo accordo reciproco tra le parti contraenti.

2.9 Nel caso in cui il Consenso all’Offerta viene effettuato con un’appendice o una variazione, ancorché di carattere tale da non modificare sostanzialmente le condizioni dell’Offerta, esso non sarà considerato quale Consenso all’Offerta ma quale nuova richiesta dell’Acquirente.

2.10 Le Parti contraenti hanno convenuto che la forma scritta è da attribuire anche ai messaggi email ed SMS, ed eventualmente alle altre applicazioni di comunicazione testuali, ma questo sempre e soltanto all’indirizzo email, o rispettivamente al numero telefonico indicato nelle presenti Condizioni di vendita.

2.11 A latere della procedura di conclusione del contratto sopra descritta, il contratto può essere stipulato a norma dell’articolo 8 delle presenti Condizioni di vendita – ovvero tramite un call-off stock.

3 ACQUISTO TRAMITE L’E-SHOP DI FORTELOCK

3.1 Al posto della procedura indicata nell’articolo 2 delle presenti Condizioni di vendita, l’Acquirente ha la facoltà di servirsi dell’e-shop di Fortelock (in appresso l'”e-shop”) al fine di concludere un contratto di vendita con il Venditore. In questo caso non si applica l’articolo 2 delle Condizioni di vendita e la conclusione del contratto sarà regolata da questo articolo – articolo 3. Le definizioni indicate nell’articolo 2 saranno però utilizzate anche in questo articolo in forma invariata. Nelle altre clausole le disposizioni di queste Condizioni di vendita rimangono invariate e applicabili, ove possibile. In caso di conflitto tra il presente articolo (articolo 3), rispettivamente le sue singole disposizioni, e le altre disposizioni delle presenti Condizioni di vendita, in caso di acquisto tramite E-shop ha la priorità l’applicazione delle disposizioni indicati nel presente articolo.

3.2 Tutte le presentazioni dei prodotti disponibili sull’E-shop del negozio sono di carattere informativo e il Venditore non è tenuto a stipulare un contratto di vendita relativamente a questa merce. Le disposizioni di cui all’articolo 1732, paragrafo 2, del Codice civile non sono applicate.

3.3 L’E-shop contiene informazioni sulla merce, compresa l’indicazione dei prezzi dei singoli articoli. I prezzi degli articoli sono comprensivi dell’imposta sul valore aggiunto. I prezzi degli articoli restano in vigore per tutta la durata della loro visualizzazione nella piattaforma web dell’e-shop. Con questa disposizione non è limitata la capacità del venditore di stipulare un contratto di vendita a condizioni negoziate individualmente.

3.4 L’E-shop contiene anche le informazioni circa i costi associati all’imballaggio e alla consegna della merce. Queste informazioni valgono soltanto nei casi in cui la merce sia consegnata nell’ambito del territorio indicato sull’E-shop per la merce in questione.

3.5 Nella modalità dell’E-shop l’offerta di conclusione del contratto è perfezionata nel momento in cui l’Acquirente inserisce nel carrello la merce desiderata e successivamente compila il modulo d’ordine nell’E-shop. L’offerta così elaborata dal Venditore è da intendersi sempre come nuova offerta di conclusione di un contratto e non è mai da intendersi quale accettazione dell’offerta ai sensi delle disposizioni di cui all’articolo 1740, paragrafi 2 e 3, del Codice civile. Il modulo d’ordine contiene soprattutto le informazioni su:

a) la merce ordinata;

b) l’Acquirente e l’indirizzo di consegna;

c) la modalità di pagamento del prezzo di vendita della merce, i dati sulla modalità richiesta di consegna della merce ordinata e:

le informazioni sui costi associati alla consegna della merce.

3.6 Il Venditore accetta l’offerta inviando un’email di conferma dell’accettazione dell’ordine all’indirizzo che l’Acquirente ha inserito nel modulo d’ordine. L’email di conferma ha sempre in allegato la fattura pro forma.

3.7 Tramite l’invio dell’email di conferma secondo l’articolo precedente ha luogo la conclusione del contratto di vendita ai sensi delle disposizioni di cui all’articolo 2079 del Codice civile.

3.8 Il Venditore si riserva il diritto di rifiutare l’offerta dell’Acquirente. In questo caso invierà all’Acquirente un’email con la motivazione del rifiuto, o eventualmente con una nuova offerta alternativa. In questo caso il contratto di vendita viene concluso mediante la conferma email della nuova offerta da parte dell’Acquirente. L’Acquirente ha il diritto di rifiutare la nuova offerta senza ulteriori spiegazioni.

3.9 Ulteriori modifiche al contratto di vendita stipulato possono essere eseguite in forma scritta solo previo accordo reciproco tra le parti contraenti. A tal fine l’email è considerata una forma scritta.

RECESSO DAL CONTRATTO DI VENDITA NELL’ACQUISTO TRAMITE E-SHOP

3.10 Ai sensi dell’articolo 1837 l’Acquirente non può inter alias recedere da un contratto di vendita il cui oggetto sia della merce che è stata modificata secondo le richieste dell’Acquirente (ad esempio la stampa) oppure che è rapidamente deperibili e nel caso in cui dopo la consegna la merce è stata mescolata in modo irreversibile con altra merce.

3.11 Qualora non si tratti del caso di cui all’articolo precedente oppure di altro caso in cui non sia possibile recedere dal contratto di vendita, in conformità con le disposizioni di cui all’articolo 1829, paragrafo 1, del Codice civile, l’Acquirente, se è un consumatore, ha diritto di recedere dal contratto di vendita, e questo entro quattordici (14) giorni dal momento del ritiro della merce, laddove nel caso in cui l’oggetto del contratto di vendita siano vari tipi di articoli oppure la fornitura di varie parti, tale termine inizia a decorrere dal giorno del ritiro dell’ultima fornitura della merce. Il recesso dal contratto di vendita deve essere inviato al Venditore entro il termine di cui alla frase precedente. Per recedere dal contratto di vendita l’Acquirente può servirsi del modulo campione messo a disposizione dal Venditore e che è allegato alle Condizioni di vendita. L’acquirente può inviare, tra l’altro, il recesso dal contratto di vendita all’indirizzo del locale commerciale del Venditore oppure all’indirizzo di posta elettronica del venditore info@fortemix.cz.

3.12 In caso di recesso dal contratto di vendita ai sensi dell’articolo precedente, il contratto di vendita è annullato ex tunc. La merce deve essere restituita al Venditore entro quattordici (14) giorni del momento del recesso dal contratto. Qualora l’Acquirente receda dal contratto di vendita, sosterrà i costi associati alla restituzione della merce al Venditore, e questo anche nel caso in cui la merce, data la sua natura, non possa essere restituita per posta.

3.13 In caso di recesso dal contratto ai sensi dell’articolo 3.11 delle presenti Condizioni di vendita, il Venditore restituisce il denaro ricevuto dall’Acquirente entro quattordici (14) giorni dal momento del recesso dal contratto di vendita da parte dell’Acquirente, e questo nella stessa modalità con cui lo ha ricevuto dall’Acquirente. Parimenti, il Venditore è autorizzato a restituire le prestazioni fornite dall’Acquirente già nel momento della restituzione della merce da parte dell’Acquirente oppure in altra modalità, qualora l’Acquirente accetterà tale modalità e non comporterà costi aggiuntivi per l’Acquirente. Qualora l’Acquirente receda dal contratto di vendita, il Venditore non è tenuto a restituire il denaro ricevuto all’Acquirente prima che l’Acquirente gli abbia reso la merce.

3.14 Il Venditore è autorizzato a compensare unilateralmente il diritto al risarcimento del danno arrecato alla merce a fronte del diritto dell’Acquirente alla restituzione del prezzo di vendita.

4 PREZZO DI VENDITA E MODALITÀ DI PAGAMENTO

4.1 Con il prezzo di vendita si intende il prezzo del relativo prodotto IVA esclusa secondo l’Offerta.

4.2 Salvo accordi diversi tra le parti, il prezzo di vendita non include i costi per il trasporto e la consegna dei prodotti.

4.3 Il Venditore è autorizzato a modificare unilateralmente il prezzo di vendita a seconda dell’andamento del tasso di cambio della corona ceca rispetto alle valute estere.

4.4 Le Parti contraenti possono pattuire uno sconto sul prezzo di vendita. Detto sconto vale solo nel caso in cui l’Acquirente paghi il prezzo di vendita scontato nei tempi e nei modi previsti. Qualora l’Acquirente non paghi il prezzo di vendita scontato pattuito nei tempi e nei modi previsti, nemmeno entro 60 giorni dalla scadenza, le parti contraenti hanno concordato che lo sconto pattuito non è più valido e il Venditore è autorizzato ad esigere dall’Acquirente il prezzo di vendita di base.

4.5 Salvo accordi diversi tra le Parti contraenti, l’Acquirente si impegna a pagare il prezzo di vendita per i prodotti in contanti direttamente al Venditore oppure tramite bonifico bancario sulla base della fattura pro forma emessa dal Venditore. Le Parti contraenti hanno convenuto che, salvo il caso in cui sia stata concordata una proroga della scadenza, la fattura pro forma è pagabile alla data della sua emissione, salvo accordi diversi.

4.6 Condizioni di pagamento diverse, in particolare date di scadenza, modalità di pagamento, ecc., possono essere oggetto di un contratto scritto o di un accordo tra le Parti contraenti.

4.7 L’Acquirente è inadempiente con il ritiro del prodotto se, in violazione dei suoi obblighi, non prende debitamente in consegna dal Venditore le prestazioni offerte. Qualora l’Acquirente sia inadempiente con la presa in consegna del prodotto, il Venditore è autorizzato ad addebitare il prezzo di vendita del prodotto nel giorno in cui l’Acquirente è diventato inadempiente con la presa in consegna del prodotto.

4.8 Le Parti contraenti hanno espressamente convenuto che i pagamenti effettuati dall’Acquirente al Venditore saranno utilizzati per soddisfare i crediti in denaro vantati dal Venditore nei confronti dell’Acquirente nel seguente ordine:

a) interessi moratori derivanti dalla penale contrattuale;

b) penale contrattuale esigibile;

c) penale contrattuale non ancora esigibile;

d) interessi moratori sull’importo principale del prezzo di vendita;

e) importo principale esigibile del prezzo di vendita;

f) importo principale non ancora esigibile del prezzo di vendita,

e questo sempre sui crediti del Venditore nei confronti dell’Acquirente con la scadenza più vecchia.

4.9 La data di pagamento del prezzo di vendita, intero o parziale, o di altri crediti tramite bonifico bancario significa la data in cui il rispettivo importo è accreditato sul conto bancario del Venditore.

4.10 Se il prezzo di vendita previsto dalla fattura è pagato in contanti, la conferma emessa dal Venditore diventa il documento fiscale sul pagamento.

4.11 In caso di inadempimento da parte dell’Acquirente con il pagamento del prezzo di vendita le Parti contraenti convengono l’obbligo dell’Acquirente di pagare al Venditore interessi moratori pari a un ventesimo (0,05%) dell’importo dovuto IVA inclusa per ciascun giorno di morosità.

4.12 n caso di inadempimento da parte dell’Acquirente con il pagamento del prezzo di vendita o di una sua parte superiore a 30 giorni l’Acquirente è obbligato, indipendentemente dalla sua colpa, a pagare al Venditore una penale contrattuale pari al 10% del prezzo di vendita, pagabile entro 3 giorni da quando il Venditore ha inviato all’Acquirente l’invito al pagamento. Il pagamento della penale contrattuale da parte dell’Acquirente non pregiudica il diritto del Venditore al risarcimento del danno arrecato dalla violazione dell’obbligo per il quale è stata pattuita la penale contrattuale, compreso il danno eccedente la penale contrattuale.

5 CONSEGNA DEI PRODOTTI E TRASPORTO

5.1 Le Parti contraenti convengono che il Venditore consegna all’Acquirente i prodotti entro il termine da esse concordato. Le Parti contraenti convengono che tutti i costi associati alla consegna dei prodotti, compresi i servizi annessi (ad es. lo scarico, il versamento, l’autocarro, consegna express ecc.), saranno a carico dell’Acquirente, salvo accordi diversi.

5.2 Il prezzo del trasporto, nonché la scadenza e la modalità di pagamento sono oggetto di un accordo separato tra le Parti contraenti. Qualora le Parti contraenti non trovino un accordo, il Venditore è autorizzato a chiedere all’Acquirente il rimborso di tutti i costi associati al trasporto che quest’ultimo è tenuto a pagare al Venditore.

5.3 Qualora la modalità di pagamento del prezzo di vendita sia concordata tramite fattura pro forma, il Venditore non è tenuto a spedire i prodotti, ovvero a provvedere al loro trasporto e consegna, prima che la fattura pro forma gli sia stata interamente pagata.

5.4 Il Venditore non è responsabile per il mancato rispetto del termine di consegna concordato in caso di intervento di forza maggiore (in particolare calamità naturali, scioperi, guerre, incendi, ostacoli da parte delle autorità pubbliche, ostacoli che impediscono il trasporto), né qualora non abbia colpe per il ritardo.

5.5 In caso di ritiro di persona da parte dell’Acquirente presso il Venditore, le condizioni di consegna dei prodotti sono regolate dalla clausola i consegna EXW Kirilovova 812, 739 21 Paskov, INCOTERMS 2010, salvo accordi diversi.

5.6 Le Parti contraenti possono concordare che l’Acquirente ritirerà i prodotti in un luogo diverso dalla sede del Venditore. In questo caso l’Acquirente sostiene tutti i costi, compreso il trasporto, associati al ritiro da un luogo diverso rispetto all’articolo precedente, salvo accordi diversi.

5.7 Il rischio di danneggiamento relativo al prodotto passa all’Acquirente nel momento della consegna al primo vettore.

5.8 Qualora nell’ambito dell’Ordine l’Acquirente richieda anche il trasporto dei prodotti, le condizioni sono regolate dalla clausola di consegna DAP, INCOTERMS 2010, salvo accordi diversi.

5.9 L’Acquirente e il Venditore possono concordare precedentemente il prezzo per la merce consegnata. Qualora l’importo effettivo dei costi per la consegna superi il prezzo pattuito per la consegna della merce, i costi aggiuntivi per la consegna della merce sono a carico del Venditore e dell’Acquirente secondo la proporzione concordata.

5.10 La modalità di consegna del prodotto sarà realizzata secondo i requisiti specificati nell’Ordine dell’Acquirente e a spese dell’Acquirente secondo quanto addebitato dal Venditore in base ai costi effettivi del trasporto.

5.11 L’Acquirente è tenuto ad adottare tutte le misure necessarie affinché i mezzi di trasporto possano accedere nel luogo della consegna e i prodotti possano essere scaricati senza alcun rischio.

5.12 L’Acquirente è tenuto a confermare sempre al vettore la bolla di trasporto/consegna subito al momento del ritiro dei prodotti.  Firmando la bolla di trasporto/consegna, l’Acquirente conferma che la spedizione dei prodotti è conforme a tutte le condizioni e i requisiti, laddove l’eventuale reclamo relativo all’imballaggio di spedizione non integro non sarà preso in considerazione.

5.13 Al momento del ritiro dei prodotti dal vettore l’Acquirente è tenuto a controllare l’integrità degli imballaggi dei prodotti e in caso di qualsiasi difetto è tenuto a comunicarlo immediatamente al vettore provvedendo al contempo a descrivere il danno nella bolla di trasporto/consegna o a redigere insieme al vettore un verbale di reclamo da inviare senza ingiustificato ritardo al Venditore.

5.14 L’Acquirente prende atto che il mancato ritiro dei prodotti nel luogo e nell’orario concordati è configurabile quale violazione del suo obbligo di ritirare i prodotti nei tempi e nei modi previsti e diventerà inadempiente con la presa in consegna dei prodotti. In caso di inadempimento dell’Acquirente con il ritiro dei prodotti, le parti contraenti convengono l’obbligo dell’Acquirente di pagare al Venditore una penale contrattuale pari a un ventesimo di percento (0,05%) del prezzo di vendita dei prodotti IVA inclusa per ciascun giorno di morosità. Il Venditore si riserva il diritto di eseguire un’altra consegna sostitutiva a spese dell’Acquirente. In caso di inadempienza con il ritiro dei prodotti, l’Acquirente è tenuto altresì a pagare i costi associati all’immagazzinamento dei prodotti presso il vettore. La presente disposizione non si applica se l’Acquirente è un consumatore.

5.15 Le Parti contraenti hanno concordato che in caso di inadempimento con il ritiro dei prodotti superiore a 30 giorni, il Venditore è autorizzato a recedere dal contratto di vendita e contestualmente l’Acquirente è tenuto, indipendentemente dalla sua colpa, a pagare al Venditore una penale contrattuale pari al 100% del prezzo di vendita, pagabile entro 3 giorni dalla data di recapito all’Acquirente dell’invito a pagare del Venditore. Il pagamento della penale contrattuale da parte dell’Acquirente non pregiudica il diritto del Venditore al risarcimento del danno arrecato dalla violazione dell’obbligo per il quale è stata pattuita la penale contrattuale, compresi il danno eccedente la penale contrattuale e il diritto al rimborso del trasporto associato alla consegna dei prodotti. La presente disposizione non si applica se l’Acquirente è un consumatore.

5.16 Il Venditore consegna di regola i prodotti su pallet di legno. Il riacquisto dei pallet è sempre oggetto di un accordo separato tra le Parti contraenti.

5.17 In caso di prestazioni graduali o multiple allo stesso Acquirente il Venditore è autorizzato a non erogare altre prestazioni nel caso in cui detto Acquirente sia inadempiente con il rispetto di un suo obbligo nei confronti del Venditore. In questo caso il Venditore è autorizzato a chiedere inoltre il pagamento del prezzo di vendita con modalità alternative (ad esempio in contanti prima della consegna dei prodotti, previa fattura pro forma, in contrassegno ecc.).

5.18 Il Venditore effettua il trasporto soltanto sul territorio dell’Unione europea, salvo accordi diversi. Qualora il luogo di consegna si trovi fuori dall’Unione europea, l’Acquirente ha l’obbligo di provvedere a tale trasporto, ivi incluse le condizioni doganali.

6 QUALITÀ — DIRITTI E DOVERI DERIVANTI DA PRESTAZIONI DIFETTOSE — RECLAMI

6.1 Il Venditore è responsabile nei confronti dell’Acquirente per il fatto che al momento della consegna il prodotto non presenta difetti. Il Venditore dichiara che i prodotti sono conformi ai requisiti tecnici dichiarati nella dichiarazione di conformità del prodotto in questione. I prodotti conservano le caratteristiche tecniche almeno per tutta la durata di immagazzinamento riportata sull’imballaggio del relativo prodotto.

6.2 Le informazioni o le procedure di lavoro fornite in forma diversa da quella scritta non sono vincolanti e il Venditore non ne risponde.

6.3 Il Venditore non risponde dei danni arrecati all’Acquirente a causa della gestione impropria del prodotto, in particolare dal mancato rispetto dei requisiti indicati nelle schede tecniche e sull’imballaggio del prodotto oppure dall’utilizzo di un prodotto recante un difetto che l’Acquirente avrebbe potuto e dovuto verificare.

6.4 L’acquirente è tenuto a visionare il prodotto immediatamente dopo averlo ritirato sincerandosi delle sue proprietà e quantità. L’Acquirente non ha i diritti derivanti da prestazione difettosa qualora si tratti di un difetto che avrebbe dovuto riconoscere al momento del ritiro della merce prestando la debita attenzione.

6.5 L’Acquirente è tenuto a eccepire la prestazione difettosa (presentare un reclamo) senza ingiustificato ritardo non appena ha avuto la possibilità di venire a conoscenza della prestazione e di verificare il difetto, al più tardi comunque entro il termine di conservabilità dichiarato dal Venditore oppure entro un anno a seconda del termine più breve. Il termine più breve per eccepire il difetto è 6 mesi dall’erogazione della prestazione. La durata della conservabilità è calcolata dalla data di produzione indicata sull’imballaggio del prodotto fino alla scadenza della durata di conservabilità riportata sull’imballaggio del prodotto.

6.6 In caso di presentazione di un reclamo presso il Venditore l’Acquirente può avvalersi del diritto all’eliminazione gratuita del difetto oppure a uno sconto congruo sul prezzo di vendita; salvo il caso in cui sia sproporzionato dato il carattere del difetto (soprattutto se non è possibile eliminare il difetto senza ingiustificato ritardo), è possibile avanzare la richiesta di fornire un nuovo prodotto privo di difetti oppure un nuovo componente privo di difetti, qualora il difetto riguardi soltanto questo componente.

6.7 Qualora la riparazione oppure la sostituzione del prodotto non sia possibile, sulla base del recesso dal contratto l’Acquirente può chiedere la restituzione del prezzo di vendita in piena misura.

6.8 L’Acquirente può presentare un reclamo presso il Venditore e in caso di un difetto che rappresenti una violazione rilevante del contratto (indipendentemente dal fatto che si tratti di un difetto risolvibile o irrisolvibile) può chiedere, a sua discrezione, l’eliminazione del difetto previo consegna di un prodotto nuovo privo di difetti oppure previa consegna della cosa mancante; la rimozione gratuita del difetto previa riparazione; uno sconto congruo sul prezzo di vendita oppure la restituzione del prezzo di vendita sulla base del recesso dal contratto.

6.9 È rilevante quella violazione del contratto di cui la parte che ha violato il contratto sapeva, o avrebbe dovuto sapere, già nel momento della stipula del contratto che la controparte non avrebbe stipulato il contratto se avesse potuto prevedere tale violazione.

6.10 Per il difetto che rappresenta una violazione non significativa del contratto (indipendentemente dal fatto che si tratti di un difetto rimovibile o irremovibile), l’Acquirente ha diritto all’eliminazione del difetto oppure ad uno sconto adeguato sul prezzo di vendita.

6.11 Il Venditore non è tenuto a soddisfare la richiesta dell’Acquirente qualora dimostri che, prima del ritiro, l’Acquirente sapeva del difetto del prodotto oppure lo abbia causato egli stesso.

6.12 L’Acquirente può presentare il reclamo soltanto per iscritto presso la sede del Venditore, laddove con presentazione scritta del reclamo si intende il suo invio tramite email ai sensi dell’articolo 2.2., lettera a. delle presenti Condizioni di vendita.

6.13 L’acquirente è tenuto a comunicare al Venditore quale diritto ha scelto al momento della comunicazione del difetto o successivamente, comunque senza alcun indugio. È possibile cambiare la scelta senza il consenso del Venditore soltanto qualora l’Acquirente abbia richiesto la riparazione di un difetto che risulti essere non risolvibile.

6.14 Se l’Acquirente non applica per tempo il proprio diritto derivante dalla violazione rilevante del contratto, avrà i diritti relativi alla violazione non rilevante del contratto.

6.15 L’acquirente è tenuto a dimostrare l’acquisto del prodotto (idealmente con un documento di acquisto). Il termine ultimo per l’espletamento del reclamo decorre dalla consegna del prodotto al Venditore.

6.16 La scadenza del termine per l’espletamento del reclamo è interrotta nel caso in cui il Venditore non abbia ricevuto tutti i documenti necessari per espletare il reclamo. Il Venditore è tenuto a chiedere l’integrazione dei documenti dall’Acquirente nel più breve tempo possibile. Il termine è sospeso da questa data fino a quando l’Acquirente avrà consegnato i documenti richiesti.

6.17 Il reclamo deve quindi contenere la data di consegna del prodotto, il numero della fattura, della bolla di consegna, il tipo di prodotto, compreso il numero identificativo del prodotto, ove presente, la quantità reclamata, la descrizione del difetto e la specifica della richiesta dell’Acquirente, l’indirizzo per l’invio del reclamo risolto e i contatti (telefono, email).

6.18 Il Venditore rilascia all’Acquirente una conferma scritta sull’applicazione del reclamo nella quale indica quando l’Acquirente ha presentato il reclamo, il contenuto del reclamo e la modalità di espletamento del reclamo richiesta dall’Acquirente. Con la conferma scritta si intende anche la conferma a mezzo email.

6.19 Una volta espletato il reclamo, il Venditore rilascia all’Acquirente una conferma nella quale saranno indicate la data e la modalità di espletamento del reclamo, sarà confermata l’eventuale esecuzione della riparazione e la durata della riparazione, o eventualmente sarà motivato il rifiuto del reclamo.

6.20 L’Acquirente ha diritto al rimborso delle spese sostenute per l’applicazione del reclamo. L’Acquirente deve far valere il diritto al rimborso di tali spese entro un (1) mese dalla scadenza del termine entro cui il difetto deve essere eccepito.

7 RISERVA DEL DIRITTO DI PROPRIETÀ

7.1 Il Venditore si riserva il diritto di proprietà sui prodotti consegnati fino al momento del pagamento di tutti i crediti derivanti dall’attività del Venditore e ai quali il Venditore ha diritto nei confronti dell’Acquirente (in appresso il “Prodotto con riserva della proprietà”).

7.2 Nel caso in cui l’Acquirente lavorerà il Prodotto con riserva della proprietà in un nuovo bene, allora questa lavorazione sarà avvenuta a favore del Venditore. La merce lavorata è considerata un Prodotto con riserva della proprietà.

7.3 Nel caso in cui il prodotto fornito verrà lavorato insieme a un altro prodotto che non appartiene al Venditore, oppure sarà unito o mescolato ad esso, il Venditore diventa comproprietario del nuovo bene o del materiale misto in proporzione al valore che il prodotto fornito dal Venditore aveva rispetto all’altro prodotto nel momento della lavorazione o miscelazione. In caso di estinzione del diritto di proprietà del Venditore sul prodotto in seguito all’unione o alla miscelazione del prodotto, l’Acquirente trasferisce al Venditore i diritti di proprietà sulla nuova forma del prodotto o del nuovo bene che già spettavano all’Acquirente, e questo nella misura del valore contabile del prodotto con la riserva della proprietà e, contestualmente, conserverà a titolo gratuito tale nuovo bene a favore del Venditore. I diritti di comproprietà così costituiti si applicano al prodotto che è ritenuto un Prodotto con riserva di proprietà.

7.4 Salvo accordi diversi tra le parti, l’Acquirente è autorizzato a vendere il prodotto a terzi soltanto nel caso in cui il Venditore non vanti nei confronti dell’Acquirente alcun credito scaduto da oltre 30 giorni.

7.5 In caso di morosità superiore a 30 giorni nei confronti del Venditore l’Acquirente è tenuto a cedere al Venditore il credito futuro derivante dalla vendita dei prodotti o dal prezzo dell’opera. Il Venditore è tenuto a comunicare ciò a terzi dopo che l’Acquirente è diventato moroso. La cessione è temporanea e di garanzia. Su iniziativa del Venditore l’Acquirente è tenuto a informare senza indugio i terzi sulla cessione del credito al Venditore – a meno che non lo faccia il Venditore stesso – e a consegnare al Venditore le informazioni e i documenti necessari per recuperare il credito.

7.6 L’Acquirente è tenuto a informare immediatamente il Venditore sul pignoramento dei beni o altra limitazione da parte di terzi. L’Acquirente copre tutte le spese sostenute per annullare questo intervento o per il trasporto indietro del Prodotto con riserva di proprietà, salvo il caso in cui saranno pagati tramite terzi.

7.7 Se l’Acquirente è moroso con il pagamento, il Venditore è autorizzato a riprendersi il Prodotto con riserva di proprietà e, a tal fine, è autorizzato ad accedere eventualmente nei locali aziendali dell’Acquirente oppure nei locali del suo partner commerciale.

7.8 Qualora le disposizioni sulla riserva del diritto di proprietà o sulla cessione dei crediti non siano giuridicamente applicabili, così come descritti dalle presenti Condizioni di vendita, nel paese sul cui territorio il prodotto si trova, è considerato come pattuita quella misura di garanzia che corrisponde alla riserva del diritto di proprietà o alla cessione dei crediti in detto paese. Qualora sia richiesta in tal senso la collaborazione dell’Acquirente, l’Acquirente è tenuto ad adottare tutte le misure necessarie per motivare ed esercitare tali diritti.

8 CALL-OFF STOCK

8.1 Previo accordo con l’Acquirente il Venditore può istituire presso l’Acquirente un call-off stock nel quale spedire i prodotti destinati all’Acquirente o alla rivendita ai clienti finali. I prodotti consegnati nel call-off stock rimangono di proprietà del Venditore.

8.2 L’Acquirente è tenuto a gestire con la diligenza professionale di cui all’articolo 2415 e successivi del Codice civile il call-off stock, e al contempo si impegna a rispettare tutti gli obblighi che la legge impone al magazziniere, e questo sia nei confronti dei prodotti immagazzinati che nei confronti del Venditore.

8.3 La diligenza professionale corrisponde soprattutto alle tipologie di prodotti consegnati in call-off stock. La responsabilità per le condizioni (in particolare il rispetto della durata di conservabilità dei prodotti indicata sull’imballaggio del prodotto oppure sulla scheda tecnica), il numero, lo smarrimento e il furto passa all’Acquirente nel momento della consegna dei prodotti. Ai sensi del presente articolo con la consegna dei prodotti si intende il momento in cui i prodotti sono immagazzinati nel call-off stock.

8.4 Il Venditore consegna i prodotti nel call-off stock sulla base dell’ordine dell’Acquirente oppure a sua discrezione, eventualmente sulla base di entrambi questi criteri. L’Acquirente conferma i prodotti che saranno consegnati nel call-off stock sulla bolla di trasferimento. La bolla di trasferimento è il documento attestante quali prodotti si trovavano o si trovano nel call-off stock.

8.5 L’Acquirente è tenuto a consegnare al venditore entro il 5° giorno di ogni mese civile un riepilogo scritto dei prodotti venduti dal call-off stock. Sulla base del riepilogo scritto il Venditore emette all’Acquirente una fattura – documento discale che l’Acquirente è tenuto a pagare entro quattordici giorni dal suo recapito. I prodotti indicati nel riepilogo mensile dei prodotti venduti dal call-off stock sono considerati prodotti acquistati dall’Acquirente.

8.6 A latere dell’obbligo dell’Acquirente di cui all’articolo precedente, il Venditore ha diritto di chiedere per iscritto in qualsiasi momento le informazioni sulle condizioni del call-off stock – sui numeri e il riepilogo dei prodotti e l’Acquirente è tenuto a fornirgli tale informazione entro tre (3) giorni lavorativi dal recapito di tale richiesta.

8.7 In questo caso l’offerta di conclusione del contratto di vendita è effettuata nel momento dell’immagazzinamento dei prodotti nel call-off stock dell’Acquirente ed è accettata dall’Acquirente nel momento dell’uscita dei prodotti dal call-off stock. I contratti di vendita vengono fatturati sempre retroattivamente e cumulativamente per il mese trascorso ai sensi dell’articolo precedente.

8.8 Qualora l’Acquirente non consegni al Venditore il riepilogo dei prodotti venduti, il Venditore è autorizzato esclusivamente a propria discrezione a fatturare unilateralmente all’Acquirente tutti i prodotti, o parte di essi, consegnati nel call-off stock, e quest’ultimo è tenuto a pagare la fattura. In questo caso vale che il contratto di vendita è stato stipulato per tutti i prodotti o per quella parte di prodotti nel call-off stock.

8.9 Il Venditore è autorizzato ad esigere la restituzione di tutti i prodotti, o di una loro parte, collocati nel call-off stock senza ingiustificato ritardo (al più tardi entro dieci giorni) a spese dell’Acquirente all’indirizzo stabilito dal Venditore, laddove il Venditore è autorizzato a fatturare all’Acquirente i costi eventuali e l’Acquirente è tenuto a pagare tale fattura al Venditore.

8.10 Il Venditore ha il diritto di controllare fisicamente (inventario) il call-off stock e ha il diritto di chiedere spiegazioni in caso di eventuali divergenze dei numeri di prodotti. Qualora la spiegazione delle eventuali divergenze non sarà fornita in modo soddisfacente e comprovata, il Venditore ha il diritto di procedere come se non fosse stato consegnato il riepilogo dei prodotti venduti di cui al paragrafo precedente. Da qui deriva anche l’obbligo dell’Acquirente.

8.11 In caso di superamento della durata di conservabilità dei prodotti, oppure in caso di superamento della durata di conservabilità dei prodotti superiore a dodici (12) mesi il Venditore è autorizzato a fatturare il prezzo di vendita di questi prodotti all’Acquirente e l’Acquirente è tenuto a pagare la fattura.

8.12 Nel caso in cui al Venditore o a un suo rappresentante non sarà consentito di accedere a tutti i locali del call-off stock oppure l’Acquirente non consegnerà al Venditore la merce dal call-off stock, il Venditore ha il diritto di esigere dall’Acquirente una penale contrattuale pari a 5.000 CZK per ogni giorno di violazione di tale obbligo. La penale contrattuale è pagabile entro 3 giorni dalla data di recapito all’Acquirente dell’invito del Venditore al pagamento. Il pagamento della penale contrattuale da parte dell’Acquirente non pregiudica il diritto del Venditore al risarcimento del danno arrecato dalla violazione dell’obbligo per il quale è stata pattuita la penale contrattuale, compreso il danno eccedente la penale contrattuale.

8.13 Nel caso in cui l’Acquirente istituisca un call-off stock è tenuto a provvedere a proprie spese ai fini del funzionamento del deposito una fresa per rampe del tipo fresa a codolo per scanalature.

9 ALTRI DIRITTI E DOVERI DELLE PARTI CONTRAENTI

9.1 L’Acquirente non può cedere o trasferire i suoi crediti, diritti, debiti o altri obblighi derivanti dalle presenti Condizioni di vendita o il contratto di vendita senza il benestare scritto del Venditore.

9.2 L’Acquirente non è autorizzato a ricorrere al diritto di ritenzione su un prodotto del Venditore per garantire i suoi crediti nei confronti del Venditore.

9.3 L’eventuale comparsa di difetti sul prodotto non pregiudica l’obbligo dell’Acquirente di pagare il prezzo di vendita.

9.4 Se l’Acquirente è una società estera e se i prodotti consegnati saranno esportati al di fuori del territorio della Repubblica ceca, l’Acquirente si impegna affinché questi siano utilizzati soltanto sul territorio del paese dove lo stesso ha sede.

9.5 Tutti i bonus, le riduzioni, gli sconti, le proroghe delle scadenze e gli altri vantaggi sono validi a patto che tutti i debiti dell’Acquirente siano saldati entro la data di scadenza concordata. 

10 RECESSO DAL CONTRATTO DI VENDITA

10.1. Se l’Acquirente non paga il prezzo di vendita entro 10 giorni dalla data di scadenza oppure non ritira il prodotto entro 30 giorni dall’invito al ritiro, il Venditore è autorizzato a recedere dal contratto di vendita con effetto alla data di recapito all’Acquirente della notifica di recesso dal contratto di vendita. Tale recesso non pregiudica il diritto al risarcimento del danno né alla penale contrattuale.     

11 INFORMAZIONE PER I CONSUMATORI

11.1 Il consumatore è qualsiasi persona che, in qualità di Acquirente, sia nell’ambito della sua attività imprenditoriale che a latere dell’esercizio stesso della sua professione, conclude un contratto con il Venditore o tratta con esso in altro modo.

11.2 Il consumatore è autorizzato ad esercitare il diritto derivante dal difetto che si manifesta sui prodotti entro ventiquattro mesi dal ritiro.

11.3 Il reclamo, inclusa la rimozione del difetto, sarà espletato senza indebito ritardo, entro e non oltre 30 giorni civili dalla data della presentazione del reclamo, a meno che il Venditore non abbia concordato con l’Acquirente un termine più lungo.

11.4 In caso di reclamo contestato il Venditore decide sulla sua accettazione entro tre giorni lavorativi dalla data in cui il reclamo è stato presentato.

11.5 Ai fini dell’espletamento extragiudiziale del reclamo l’Acquirente può rivolgersi alla nostra email di contatto: info@fortemix.cz; il Venditore conferma a stretto giro il recapito del reclamo dell’Acquirente sull’email dell’Acquirente; successivamente il Venditore invia la notifica sull’espletamento del reclamo dell’Acquirente anche all’email dell’Acquirente.

11.6 In caso di una controversia dei consumatori tra il Venditore e il consumatore derivante dal contratto di vendita, che non sia stato possibile risolvere previo accordo reciproco, il consumatore può presentare domanda di soluzione extragiudiziale di tale controversia all’autorità preposta alla soluzione extragiudiziale delle controversie dei consumatori, ovvero l’Ispettorato ceco del commercio, Ispettorato centrale – divisione ADR, con sede legale in  Štěpánská 15, 120 00 Praha 2, email: adr@coi.cz, web: adr.coi.cz.

12 TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

12.1 Il Venditore tratta in qualità di titolare del trattamento i dati personali dell’interessato in conformità con il regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (in appresso “GDPR”).

12.2 In relazione alle presenti Condizioni di vendita il Venditore tratta e conserva alle condizioni e nei limiti stabiliti dalla legislazione applicabile, in particolar modo in conformità con le disposizioni di cui all’articolo 6, paragrafo 1, lettera b), GDPR, i dati personali dell’interessato al fine di eseguire e realizzare il rapporto contrattuale.

12.3 I dati personali dell’interessato sono trattati nella seguente misura: nome, cognome, residenza, email, numero di telefono.

12.4 I dati personali sono trattati per il tempo strettamente necessario all’esercizio dei reciproci diritti e doveri derivanti dalle prestazioni e dalla realizzazione del rapporto contrattuale.

12.5 L’Interessato può contattare per iscritto il Venditore in merito al trattamento dei dati personali scrivendo all’indirizzo della sede del Venditore.

12.6 Il Venditore trasmette i dati personali prestati dall’interessato ad altre persone fisiche o giuridiche, alle autorità pubbliche o ad altri soggetti soltanto in casi giustificati, ad esempio ove richiesto dalla normativa applicabile. Il Venditore non ha intenzione di trasmettere i dati personali in paesi terzi o a organizzazioni internazionali.

12.7 I dati personali dell’interessato sono trattati anche in forma elettronica automatizzata.  L’interessato ha diritto di chiedere al Venditore le informazioni sul trattamento dei suoi dati personali. L’interessato ha il diritto di ottenere dal Venditore la rettifica dei dati personali inesatti che lo riguardano senza ingiustificato ritardo. Tenuto conto delle finalità del trattamento, l’interessato ha il diritto di ottenere l’integrazione dei dati personali incompleti, anche fornendo una dichiarazione integrativa. L’interessato ha diritto affinché il Venditore cancelli senza ingiustificato ritardo i dati personali che riguardano l’interessato, a il Venditore è tenuto a cancellare senza ingiustificato ritardo i dati personali in presenza di uno dei motivi indicati nel GDPR.   L’Interessato ha diritto affinché il Venditore limiti il trattamento dei dati personali nei casi previsti dal GDPR. L’interessato ha diritto di opporsi al trattamento dei dati personali che lo riguardano.  L’interessato ha il diritto di ricevere in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico i dati personali che lo riguardano forniti al Venditore e ha il diritto di trasmettere tali dati a un altro titolare del trattamento senza impedimenti da parte del Venditore, e questo nei casi previsti nel GDPR.  Se l’interessato ritiene che la normativa relativa alla protezione dei dati personali sia stata violata, ha il diritto di presentare un reclamo a una delle autorità di controllo. In Repubblica ceca l’autorità di controllo è l’Ufficio per la protezione dei dati personali.

13 RISPETTO DELLA RISERVATEZZA DELLE INFORMAZIONI

13.1 Le Parti contraenti hanno pattuito che ai fini delle presenti Condizioni di vendita tutte le informazioni fornite dal Venditore all’Acquirente (sia per esempio oralmente, per iscritto o in qualsiasi altra forma, compresi i dati elettronici ecc.) nel quadro del rapporto contrattuale sono soggette a tutela e sono considerate informazioni riservate (in appresso le “Informazioni riservate”). Le informazioni riservate sono considerate un segreto commerciale ai sensi dell’articolo 504 del Codice civile.

13.2 L’Acquirente si impegna a:

a) mantenere la segretezza delle Informazioni riservate e a non divulgare le Informazioni riservate o qualsiasi sua parte ad altre persone salvo il caso in cui la divulgazione delle Informazioni riservate sarà fatta su consenso scritto del Venditore;

b) adottare tutte le misure necessarie per evitare la divulgazione delle Informazioni riservate, nonché la possibilità di un accesso non autorizzato a una qualsiasi delle Informazioni riservate oppure il loro utilizzo da parte di terzi;

c) non rilasciare nei confronti di altre persone nessuna dichiarazione inerente al contenuto della correttezza o di altri aspetti delle Informazioni riservate;

d) utilizzare le Informazioni riservate soltanto in relazione ai suoi diritti derivanti dalle presenti condizioni di vendita, ovvero per le sue esigenze personali; in particolare l’Acquirente si impegna a non utilizzare le informazioni per la propria attività imprenditoriale, di investimento o di altro tipo.

14 DISPOSIZIONI FINALI

14.1 Il Venditore può modificare in misura ragionevole le condizioni di vendita allorquando è tenuto a informare immediatamente l’Acquirente sui suoi siti web di tale circostanza. I contratti di vendita il cui contenuto è composto dalle presenti Condizioni di vendita sono regolati dalla dicitura delle Condizioni di vendita valida e applicabile nel momento della stipula del contratto di vendita, salvo accordi diversi tra l’Acquirente e il Venditore.

14.2 Qualora una qualsiasi disposizione diventi nulla o inefficace, a seguito di un cambiamento della legislazione o di altri motivi, le altre disposizioni rimangono valide a meno che ciò non sia contrario alla loro finalità e che non si tratti di disposizioni che non possono essere separate dal resto del contenuto delle condizioni di vendita.

14.3 Le condizioni di vendita sono disciplinate dal diritto della Repubblica ceca e tutte le controversie saranno risolte dal Tribunale circoscrizionale di Ostrava, rispettivamente dalla Corte regionale di Ostrava. Qualora le presenti Condizioni di vendita siano redatte in una lingua diversa da quella ceca, il testo vincolante è quello in lingua ceca.

14.4 Qualora il rapporto fondato dal presente contratto di vendita contenga un elemento internazionale tale rapporto sarà disciplinato dal diritto ceco.

14.5 I diritti del Venditore derivanti dalla responsabilità per danni o dalle altre disposizioni delle Condizioni di vendita, che per loro natura durano oltre la cessazione del Contratto di vendita, rimangono valide e applicabili anche dopo la sua cessazione.

14.6 Nei limiti delle loro possibilità il Venditore e l’Acquirente sono tenuti a procedere in modo tale da minimizzare gli eventuali danni, perdite o rischi.

Per visualizzare in formato PDF le condizioni di vendita attuali valide dal 1. 9. 2020 cliccare sul link qui.

Campione di pavimento gratuito

Ordina un campione